HomeArchivio NewsPrimo PianoIl Comune di Montelepre adotta la “Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea”
Scritto da Gianfranco Terranova Categoria: Primo Piano
Pubblicato 25 Novembre 2016 Visite: 349
Stampa

L'Italia ha il patrimonio floro-vegetazionale e faunistico più rappresentativo d'Europa;  la Regione Sicilia vanta metà di tale patrimonio floro-vegetazionale e faunistico.
Attualmente nel Bacino del Mediterraneo, a causa della notevole pressione antropica, della diminuzione della fauna, della progressiva desertificazione e dei ricorrenti e devastanti incendi, la integrità della Macchia mediterranea si trova esposta a minacce oggettive e consistenti.

A tal proposito

Aurelio Angelini, docente presso l’Università di Palermo, Francesco Cancellieri Presidente della Associazione Centro di Educazione Ambientale (CEA) Messina,
Renato Carella, Presidente dell’Associazione di Educazione e Volontariato Ambientale “Ramarro Sicilia”, Giuseppe Lo Paro docente dell’Università di Messina
Vincenzo Piccione docente dell'Ateneo Catanese, Francesco Maria Raimondo già Presidente dell’Associazione Botanica Italiana, Salvatore Scuto già Dirigente dell'Assessorato regionale BB.CC.AA., hanno convenuto di promuovere un programma di Educazione Ambientale mirato a sensibilizzare Istituzioni e cittadini sulla tutela della Macchia Mediterranea e hanno stilato la “Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea”, sottoscritta dalla Sindaca Maria Rita Crisci.
In questo modo l’Amministrazione comunale s’impegnerà a promuovere la conoscenza, la conservazione e la tutela nel territorio comunale della Macchia Mediterranea, stante la sua importanza per l'ecosistema e la qualità della vita

Montelepre, 25 novembre 2016

| + -